Crea sito
Out there

Perchè la musica? Pt.2

Demo morselli, Magalli e le scale diminuite.

Sono disoccupato.
Anzi, peggio, sono in attesa di incominciare un lavoro. 

L’antenna condominiale della TV deve essere rotta o storta o sa il cazzo. Vedo solo Rai Due. 

Le soubrette ammiccano languide, Paolo Fox ripete l’oroscopo ogni mattina, Magalli intervista gente mentre Demo Morselli è in astinenza da droghe mentre dirige l’orchestra mentre ammicca dietro i suoi baffi brizzolati mentre i suoi capelli, anch’essi brizzolati, ondeggiano più o meno a tempo mentre cantanti più o meno improvvisati di esibiscono.

A una cert’ora poliziotti tedeschi in sitcom tedesche sui poliziotti si lanciano all’inseguimento di brutti ceffi per proteggere signorine in minigonna che sorridono languide ma piangono quasi sempre.
Non credo che nelle sitcom tedesche sui poliziotti tedeschi i poliziotti tedeschi finiscano a letto con le signorine in minigonna che sorridono languide.

Io penso alle scale musicali. Alla quantità di emozioni che fanno esprimere all’animo umano.
Una palette di colori a disposizioni di musicisti più o meno improvvisati.
Cazzo dico palette se posso dire tavolozza.
Una tavolozza di colori a disposizione di musicisti più o meno improvvisati.

Accordi che dipingono nature morte, raccontano di ragazze che sorridono languide e aprono la sigla dell’oroscopo di Paolo Fox.
Gemelli. Lavoro 3. Amore 4. Fortuna 3.

Meccanica ripetizione o perfezione perfezionata?

Ripetiamo tutti insieme.

Ci sono 12 semitoni. 
Do-Do#/Reb-Re-Re#/Mib-Mi-Fa-Fa#/Solb-Sol-Sol#/Lab-La-La#/Sib-Si
Metto pure l’immaginetta.

Una nota diesis e la nota successiva bemolle sono la stessa cosa. Tra mi e fa c’è un solo semitono quindi il Mi# non esiste, anzi è un Fa.

A seconda di che pattern si usa per pescare questi semitoni si hanno diversi tipi di scale.
La scala maggiore si fa partendo dal DO. Quindi la scala do re mi fa sol la si do funziona come pattern di riferimento. Il numero di semitoni è quindi 2-2-1-2-2-2-1 perché dal do al re ci sono due semitoni come dal re al mi, mentre dal mi al fa ce n’è solo uno. E così via.

Questo pattern può essere applicato a partire da qualunque nota per ottenere la sua scala maggiore. 
Per esempio un Mi maggiore è composto dalle note sottolineate: Mi-Fa-Fa#/Solb-Sol-Sol#/Lab-La-La#/Sib-Si-Do-Do#/Reb-Re-Re#/Mib-Mi

ESERCIZIO: fare una scala di Fa maggiore (soluzione fa-sol-la-sib-do-re-mi-fa, il sol è due semitoni sopra il Fa, il La due sopra il Sol e il Sib uno sopra il La)

Si chiama si bemolle perché il la è già nella scala.
Il pattern della scala minore si ottiene partendo dal La (la-si-do-re-mi-fa-sol-la), quindi è 2-1-2-2-1-2-2.

ESERCIZIO: scala di Si minore. (Soluzione: Si-Do#-Re-Mi-Fa#-Sol-La)

Se partiamo dal Sol abbiamo 2-2-1-2-2-1-2. La scala è molto simile alla maggiore ma la settima nota è come nella minore a distanza di due semitoni, o un tono intero, dall’ultima nota della scala, l’ottava. Non per niente si chiama minore settima.

Partendo dalle sette note fondamentali si ottengono sette pattern che hanno dei nomi strani e identificano altrettante scale fondamentali, detti modi. Che hanno una somiglianza paurosa con gli ordini architettonici greci.  Vedi grafico.

ESERCIZIO: scala di Fa dorico. (Soluzione: il pattern è 2-1-2-2-2-1-2 quindi le note della scala sono Fa-Sol-Lab-Sib-Do-Re-Mib-Fa)

Le scale sono così poche? Tutta la potenza espressiva di millenni di musica sfumata così? No.
Di scale ce n’è un’infinità. Divise per numero di note, che non sono sempre sette ma possono essere cinque, sei, otto o quello che ci pare, e per divisione degli intervalli.

C’è da dire che le scale maggiore minore sono presentissime in tutta la musica, mentre le altre sono dissonanti fino all’estremo e vanno usate con juicio. 

Esistono ad esempio le scale diminuite, estremamente minori, ed aumentate, estremamente maggiori. 
I loro pattern sono, nel caso della diminuita, 2-1-2-1-2-1-2-1, che crea una scala da otto note, e nel caso della aumentata, 3-1-3-1-3-1, una scala da sei note.

Quanto sono dissonanti? Nel ritornello di Shine On You Crazy Diamond ci sono entrambe, l’intro di Vita Spericolata ha una aumentata ma a nessuno è mai pesato troppo, quindi non esageratamente.

La prossima volta parliamo di accordi.

Adesso vado che c’è il meteo.

L'autore